Socrem :: Società Pavese per la Cremazione

Chi siamo    |    Dove siamo    |    Orari e recapiti    |    Pubblicazioni    |      Dicono di noi      |    Statuto      |    Eventi     

LA SALA DEL COMMIATO

Sala del commiato di socrem pavia

La legge 130 del 2001 ha previsto che il rito della cremazione si svolga in luoghi adeguati, obbligando i Comuni a predisporre "sale attigue ai crematori per consentire il rispetto dei riti di commemarazione del defunto e un dignitoso commiato".

All’interno del Cimitero Monumentale di Pavia è stata realizzata la cosiddetta "Sala del commiato" o "Sala dell’accoglienza". Si tratta di una grande sala, luminosa e maestosa, ma al tempo stesso semplice e sobria e, soprattutto, priva di sovrastrutture o decorazioni che possano richiamare specifiche simbologie religiose. Può essere utilizzata per cerimonie di commiato sia per cittadini atei, sia per credenti di fede cattolica o di altra religione. In sostanza, è una sala destinata ad onorare, in un contesto appropriato e dignitoso, i defunti con un ultimo saluto dopo la cerimonia religiosa o attraverso un rito laico.

Il Rito del commiato, del resto, è un modo di commemorare in maniera… personalizzata i defunti e di salutare chi ci lascia celebrandolo, insieme ad amici e familiari, attraverso brevi indirizzi di saluto, ricordandone la vita, gli affetti e trascorrendo assieme ancora qualche istante, magari seguendo le precise disposizioni suggerite in vita dello scomparso, che possono prevedere accompagnamento musicale, lettura di poesie, semplici discorsi o racconto di aneddoti. In sostanza, senza enfasi ma con semplicità e affetto, la cerimonia laica ripercorre la vita di chi ci ha lasciato.

Il Rito di commiato è importante per chi se ne va ma è ugualmente importante per chi ricorda.
I familiari, i parenti e gli amici si riuniscono nella Sala dell’accoglienza, luogo della parola, del pensiero e ambiente sereno, dove possono riflettere, scambiarsi emozioni e condividere sentimenti per superare lo sconforto e rendere meno doloroso il distacco dal proprio caro.
Tutti i soci o loro familiari che vogliono beneficiare di questo servizio, devono prendere contatti con la SOCREM affinché venga predisposta una cerimonia personalizzata secondo i propri desideri.

Approfondimenti

L’estremo saluto di un figlio alla madre (articolo pubblicato in "Il Ponte", novembre 2010, pp. 2-3, 560 kb)
 
L’ultimo saluto non sia sbrigativo (articolo pubblicato in "Il Ponte", aprile 2010, pp. 1-2, 733 kb)