Socrem :: Società Pavese per la Cremazione

Chi siamo    |    Dove siamo    |    Orari e recapiti    |    Pubblicazioni    |      Dicono di noi      |    Statuto      |    Eventi     

IL SUPPORTO PSICOLOGICO

Ci sono momenti nella vita in cui ciascuno di noi può sentire il bisogno di essere ascoltato per condividere il dolore di una perdita. In una parola avverte la necessità di doversi aprire e dare così sfogo al suo dramma interiore ed avviare il lento processo di elaborazione del lutto o di preparazione alla perdita di un proprio caro gravemente ammalato e sofferente.

Partendo da questi presupposti, attraverso un questionario predisposto da due esperte psicologhe, Marta Ghezzi e Grazia Mazzola, e distribuito nell’arco dell’estate scorsa (2011), alla SOCREM pavese sono pervenute oltre 100 risposte. E una settantina di persone ha già manifestato la propria intenzione di raccogliere l’invito a partecipare ai gruppi di sostegno e autoaiuto, guidati da professionisti volontari, che si terranno nel Salone Socrem. Il servizio, gratuito e offerto a tutti (non solo ai soci SOCREM), vuol essere non tanto una proposta di sostegno terapeutico a persone selezionate, quanto l’offerta di uno spazio di condivisione, scambio di esperienze e solidarietà, in un clima conviviale, con musica adeguata, letture di poesie o brani scelti, esposizione di foto o filmati e – perché no? – anche qualche dolcetto e salatini.
L’obiettivo di questi incontri – come spiegano le due esperte – è soprattutto quello di parlare del lutto (già verificato o imminente), senza paure e tabù, ma in modo spontaneo e naturale. È, questo, un modo in cui la sofferenza inevitabile si può stemperare almeno nella condivisione, attraverso le varie testimonianze, scoperta di amicizie solidali e piccoli piaceri conviviali.

«Fare i conti con la morte, l’altrui e la propria, – rimarca Marta Ghezzi – porsi delle domande sul senso della vita e del dolore, sul significato delle perdite, è un atto di civiltà e di maturità, una riflessione antropologica e filosofica che ha attraversato tutta l’umanità fin dagli albori, tanto che tracce di riti funerari sono precedenti a qualsiasi altra forma di rito. E dal confronto di miti e riti si può cogliere il cammino percorso dagli uomini e dalle donne, i progressi e i regressi delle civiltà, la capacità dell’individuo di farsi delle domande e di darsi delle risposte, con la consapevolezza che le queste ultime non potranno essere mai definitive e che l’evento morte è comunque ineludibile.
Diversi psicologi ed esperti di comunicazione interpersonale sono già disponibili a partecipare a questi.
A completamento della proposta c’è anche l’idea di offrire un’ampia bibliografia e formare così una biblioteca tematica con possibilità, attraverso la SOCREM, di ottenere volumi in prestito.

Approfondimenti

SOCREM: percorsi di sostegno (articolo pubblicato in "Il Ticino", 11 ottobre 2011 - 930 kb)
 
Al via una serie di incontri per chi ha subìto un lutto (articolo pubblicato in "Il Giorno", 9 ottobre 2011 - 597 kb)
 
Gruppo di auto aiuto per superare il lutto (articolo pubblicato in "La Provincia Pavese", 9 ottobre 2011 - 637 kb)
 
La SOCREM contro le "fragilità" (articolo pubblicato in "Il Ponte", luglio 2011, pp. 1-2, 848 kb)
 
Lutto, soglia da attraversare (articolo pubblicato in "Il Ponte", luglio 2011, p. 16, 848 kb)
 
Le ragioni di un questionario (in "Iniziative SOCREM", supplemento di "Il Ponte", luglio 2011, 419 kb)
 
Come proteggere i bambini di fronte a un lutto in famiglia (articolo pubblicato in "Il Ponte", luglio 2011, pp. 10-11, 848 kb)
 
Nasceranno un Centro di ascolto e gruppi di sostegno al lutto (articolo pubblicato in "Il Ponte", agosto 2010, pp. 4-5, 848 kb)